La Canovi Coperture Nolo 2000 cade sotto i colpi della Cuore di Mamma

 

La trasferta in terra salentina si rivela decisamente amara per la Canovi Coperture Nolo 2000, che in casa della Cuore di Mamma Cutrofiano cede 3-0. La formazione sassolese fatica molto sia in ricezione che in attacco e non riesce ad imporre il suo gioco come era invece successo all’andata. Per le sassolesi, alla terza sconfitta consecutiva, la possibilità di riscatto è comunque dietro l’angolo: fra sette giorni, Crisanti e compagne riceveranno al Pala Paganelli Montecchio Maggiore, prima partita di una intensa settimana che le vedrà in campo domenica, martedì contro Baronissi per il primo turno di Coppa Italia e poi di nuovo domenica 16 dicembre contro la corazzata San Giovanni in Marignano.

 

Cronaca della partita

 

Cuore di Mamma Cutrofiano 3

Canovi Coperture Nolo 2000 Sassuolo 0

Parziali 25-21 25-20 25-20

 

Novità per quanto riguarda il sestetto neroverde, con coach Barbolini che, in posto quattro, schiera Provaroni per Bordignon. Invariato, rispetto alle ultime uscite, il resto della formazione: in palleggio Lancellotti in diagonale con Obossa, al centro Crisanti e Squarcini. In posto quattro, come anticipato, Provaroni e Joly mentre il libero è Zardo.

Coach Carratù risponde con Saveriano in cabina di regia, Lutz opposto, al centro Manzano e Antignano, in posto quattro Lotti e Moneta. Il libero è Barbagallo.

 

Primo set

Dopo un iniziale equilibrio in apertura di set, le padrone di casa scappano subito avanti 8-3, trascinate dal turno al servizio di Moneta. Con il muro ad uno di Joly su Lutz, Sassuolo prova ad accorciare le distanze (8-5), ma l’opposta americana è implacabile (11-6). Con Moneta e Manzano, Cutrofiano allunga ancora e si porta sul 15-7: coach Barbolini chiama il time out ma la musica non cambia. Il diagonale di Lutz vale il 16-9. Le padrone di casa trovano il massimo vantaggio sul 20-10 firmato da Manzano (muro su Provaroni). Sassuolo però non ci sta e prova a rientrare: l’attacco profondo di Crisanti vale il 21-13 e il diagonale di Obossa il 22-17. Il muro di Crisanti sulla ricezione sbagliata delle padrone di casa riporta sotto Sassuolo (22-20), ma nel finale il Cuore di Mamma non sbagli: chiude Moneta (25-21).

 

Secondo set

Come nel primo set, anche nel secondo parziale le padrone di casa partono meglio e allungano subito 5-2. Con Provaroni, Sassuolo si rifà sotto (6-4) ma Cutrofiano è bravo a mantenere un break di vantaggio (8-6). Crisanti accorcia le distanze (8-7) ma le padrone di casa allungano ancora, con Lut prima e Moneta poi (13-9). Trascinata da Obossa, Sassuolo trova il pareggio sul 14-14, ma Lutz permette alle sue di mettere ancora la testa avanti. Si continua a giocare punto a punto finché, sul 18-16, Cutrofiano trova di nuovo un allungo positivo e si porta avanti 20-16. Il finale è una fotocopia di quello del primo set: Sassuolo ci prova, ma Moneta chiude di nuovo (25-20).

 

Terzo set

Sotto 2-0 nella conta dei set, Sassuolo subisce il colpo e nel terzo parziale va subito sotto 5-0, punito dal buono turno al servizio di Lotti. Con Obossa, Sassuolo ci prova (6-2) ma Lutz è inarrestabile (9-3). Con il mani out di Squarcini, la formazione neroverde accorcia le distanze (10-5) ma le padrone di casa allungano ancora, con il primo tempo di Antignano (12-7). Sul 14-9, coach Barbolini si gioca la carta doppio cambio, con Gatta e Galletti dentro per Lancellotti ed Obossa: proprio la neo entrata Gatta mette a terra la palla che porta Sassuolo a – 4 (14-10). Il rigore di Crisanti sulla ricezione sbagliata di Cutrofiano riporta sotto Sassuolo (14-12). Due errori consecutivi in casa neroverde e il Cuore di Mamma si porta avanti 17-13. La fast di Squarcini permette alle sue di accorciare le distanze (18-15) ma Cutrofiano allunga ancora (20-15). Coach Barbolini rimanda in campo Lancellotti ed Obossa e proprio l’opposta neroverde mette a terra la palla che vale il – 3 (20-17). Come nei parziali precedenti, nel finale sono di nuovo le padrone di casa a trovare l’allungo vincente: il muro di Manzano su Obossa vale il 22-17 mentre l’attacco out di Crisanti regala a Cutrofiano il primo setball. Sassuolo ne annulla due, ma al terzo tentativo le padrone di casa chiudono con Manzano in fast (25-20).

Lascia un commento