Quattro chiacchiere con Andrea Canovi sulla Coppa Italia

A quarantottore dalla conquista della Coppa Italia, abbiamo fatto quattro chiacchiere con Andrea Canovi, patron della Canovi Coperture e main sponsor della formazione sassolese.

 

Andrea, sono passate ormai quarantottore dalla conquista della Coppa Italia: cosa si può dire a mente fredda di questa vittoria?

Può sembrare banale da dire però siamo davvero molto contenti e soddisfatti di questa vittoria, anche perchè è arrivata in modo totalmente inaspettato. Il nostro obiettivo per questa stagione era raggiungere una salvezza tranquilla: purtroppo non siamo riusciti a raggiungere la Pool Promozione ma siamo ancora pienamente in corsa per salvarci. Poi domenica è arrivata questa Coppa, così importante ed inaspettata: sono davvero contento!

 

Cosa significa questa coppa così inaspettata per te?

Come ho detto, si tratta di una grande soddisfazione e di un grande piacere personale, perché quello in cui abbiamo sempre creduto si sta realizzando: la Coppa Italia è un trofeo che a Sassuolo mancava da molto tempo e sono molto felice di aver contribuito a riportarlo qui. Poi, da imprenditore, devo dire che una vittoria come questa è sicuramente un grande riconoscimento anche per la mia azienda, che ci sta dando tanta visibilità.

 

Questa Coppa è frutto di un lungo percorso, iniziato nel giugno 2017 quando hai deciso di sposare totalmente il progetto di Carmelo Borruto di riportare a Sassuolo la grande pallavolo femminile: cosa ti ha spinto a sostenerlo fin da subito?

Per prima cosa, sicuramente il rapporto che mi lega a Carmelo fin dai tempi della Liu Jo: apprezzo la sua professionalità, ho sempre creduto il lui e quando mi ha parlato per la prima volta del progetto, mi è subito piaciuto e quindi abbiamo deciso di sostenerlo. In più c’è la passione che tutta la mia famiglia ha per la pallavolo: questo ci porta ad essere molto presenti sul territorio modenese, sia a livello femminile che maschile.

 

Quindi questa vittoria può essere la spinta a fare ancora di più per la pallavolo?

Più di così?!? (ride) Quello che posso dire è che il nostro sostegno non mancherà sicuramente!

 

Come hai detto tu prima, la Coppa Italia torna a Sassuolo dopo tanti anni e questo porta ovviamente grande lustro alla città: cosa ti senti di dire in questo senso agli imprenditori sassolesi?

In soli due anni, questa società ha saputo raggiungere obiettivi importanti: siamo partiti da un campionato di B1, poi abbiamo raggiunto la promozione in A2 e adesso è arrivata la Coppa Italia. Sono risultati ottimi e penso che sia arrivato il momento che le aziende sassolesi guardino alla pallavolo con altri occhi e che iniziano a dare a questa società una mano, piccola o grande che sia. Solo così potremo crescere ulteriormente e riportare la pallavolo femminile sassolese nella massima Serie!

 

Ultima domanda: è stata più emozionante la promozione ai play off dello scorso anno o questa Coppa Italia?

Senza dubbio, questa Coppa perchè è stata una vittoria davvero sofferta: l’abbiamo tutti vissuta fino all’ultimo secondo e ho provato una carica ed un’adrenalina che non avevo mai provato durante una partita. Sul punto del possibile 14-10 per Mondovì, stavo quasi per andare via, poi il punto è stato assegnato a noi e sappiamo com’è finita: gli ultimi minuti della partita sono stati davvero un’emozione fortissima!

Lascia un commento