La Green Warriors cede 3-0 contro Macerata

Niente da fare per la Green Warriors Sassuolo, che sul campo della capolista Roana Macerata si arrende 3-0 (parziali 25-20 25-9 25-19).

Il primo set fa ben sperare: grande equilibrio per metà parziale, poi le padrone di casa mettono la freccia trascinate da Taborelli e Lipska e chiudono 25-20. Nel secondo set, completo black out in casa Green Warriors, con le ragazze di coach Barbolini che soffrono sia in ricezione che in attacco e si arrendono 25-9. Il terzo parziale è una fotocopia del primo: equilibrio fino a metà set poi l’allungo decisivo delle padrone di casa, che chiudono 25-19.

 

Roana CBF HR Macerata 3

Green Warriors Sassuolo 0

Parziali 25-20 25-9 25-19

 

Cronaca della partita

Coach Barbolini conferma il sestetto sceso in campo sette giorni fa contro Marsala: Galletti in cabina di regia, Malual opposto, al centro Fucka e Garzaro, in posto quattro Cvetnic e Mambelli. Il libero è Scognamillo.

Dall’altra parte della rete, coach Paniconi risponde con la ex neroverde Lancellotti in palleggio, Taborelli opposto, al centro Pomili e Martinelli, in posto quattro Lipska e Rita. Il libero è Pericati.

 

Primo set

Partenza sprint per Sassuolo che trova subito il vantaggio: attacco out di Pomili e 0-2. Garazaro firma poi l’1-4. Macerata però non ci sta e prima pareggia (4-4) poi tenta l’allungo (6-4). L’ace di Pomili regala alle padrone di casa il +4: 9-5 e primo time out per coach Barbolini. Sassuolo non demorde e piazza il break: 10-9 con l’ace di Cvetnic e questa volta è la panchina di casa a fermare il gioco. La Green Warriors continua la sua striscia vincente e si porta avanti 11-12. Macerata però è sempre lì: attacco di Taborelli e 14-13. Si continua a giocare punto a punto poi la Helvia Recina tenta di nuovo l’allungo: ace di Taborelli su Cvetnic e secondo time out per la panchina neroverde (17-14). La Green Warriors ci prova con il pallonetto di Mambelli (20-18) ma Macerata è sempre avanti: mani out di Taborelli e 23-18. Sempre l’opposta marchigiana piazza il pallonetto del setball (24-19): Malual annulla il primo setball (24-20), ma al secondo tentativo Lipska non sbaglia e chiude 25-20.

 

Secondo set

Tenta subito l’allungo Macerata, che si porta avanti 5-2 con l’attacco da seconda linea di Taborelli. Il diagonale potente di Lipska vale poi il 7-3. Sull’attacco out di Cvetnic, coach Barbolini ferma subito il gioco (8-3). Al rientro in campo, ace di Martinelli e cambio tra le file sassolesi, con Ghezzi dentro per Cvetnic (9-3). Le padrone di casa non si fermano allungano 11-3, con il muro di Lipska: doppio cambio tra le fila sassolesi, con Zojzi e Pasquino in campo per Galletti e Malual. Macerata dilaga: 15-4 sul fallo in attacco di Fucka e cambio al centro per Sassuolo, con Fava in campo proprio per Fucka. Il muro di Tajè vale il 19-4, con coach Barbolini a chiudere il doppio cambio, con Galletti e Malual in campo per Zojzi e Malual. Sassuolo prova a reagire (22-8) ma il divario è ormai incolmabile: finisce 25-9.

 

Terzo set

Il terzo set si apre con Sassuolo avanti: ace di Garzaro su Lipska e 0-2. Il muro di Galletti su Pomili vale poi l’1-4. Macerata però non ci sta e accorcia le distanze con la fast di Martinelli (4-6). Il pareggio arriva sul 6-6, con il muro di Martinelli su Mambelli al termine di uno scambio lungo. Si continua ora a giocare punto a punto (9-9), poi Macerata tenta l’allungo con il turno al servizio della neo entrata Mazzon: sul 12-9, coach Barbolini si gioca il primo time out a sua disposizione. Le padrone di casa continuano nel loro momento felice e trovano il +6 con Taborelli in pallonetto: 16-10 e seconda interruzione per la panchina sassolese. Il mani out di Pomili vale poi il 18-11 e coach Barbolini tenta la carta Pasquino per Galletti. Le padrone di ospiti dilagano: attacco di Taborelli e 20-12. Sassuolo prova ad accorciare le distanze con la pipe di Cvetnic (21-16) ma il divario è ormai troppo ampio: finisce 25-19 con l’attacco di Pomili.

Lascia un commento