Trasferta sarda amara per Sassuolo: ad Olbia cede 3-0

Trasferta sarda amara per la Green Warriors Sassuolo, che in casa della Geovillage Hermaea Olbia cede 3-0 in un match molto più equilibrato di quanto si potrebbe supporre dal netto risultato finale.

Tra sette giorni le neroverdi, sempre seconde in classifica generale, ritorneranno tra le mura amiche della Consolata ed ospiteranno un’altra delle big del girone, la Lpm Bam Mondovì.

 

Geovillage Volley Hermaea Olbia 3

Green Warriors Sassuolo 0

Parziali 25-22 25-23 30-28

 

Cronaca del match

Coach Barbolini scende in campo con Spinello e Antropova sulla diagonale principale, Busolini e Civitico al centro, Salinas e Dhimitriadhi in posto quattro. Il libero è Falcone.

Coach Giandomenico risponde con Stocco in palleggio, Korhonen opposto, al centro Barazza e Angelini e, in posto quattro le ex neroverdi Joly e Ghezzi. Il libero è Caforio.

 

Primo set

L’avvio di parziale è equilibrato (2-2), poi Olbia tenta la prima fuga del match complici gli errori tra le fila neroverdi (5-2). Il muro di Joly vale poi il +4 (6-2). Sassuolo accorcia le distanze con Antropova dai nove metri (7-5), ma le padrone di casa allungano ancora con Joly (9-5). La Green Warriors però si mantiene sempre a contatto: Korhonen attacca out e 9-7. L’attacco di Salinas vale il -1 neroverde (10-9). Il pareggio arriva sull’11-11 con il mani out di Antropova. Olbia tenta di nuovo l’allungo (15-12), ma Sassuolo è sempre lì: attacco di Dhimitriadhi e 16-14, con coach Barbolini che si gioca la carta Pasquino per Spinello. Due nelle giocate di Antropova riportano sotto le neroverdi (17-16). Le padrone di casa però non demordono: piazzano il break e si portano sul 19-16, con coach Barbolini che si gioca il primo dei time out a sua disposizione. L’attacco di secondo di Stocco vale il 20-17: Sassuolo ci prova con Salinas (20-18), poi Joly attacca out e regala alle neroverdi il -1 (21-20) e questa volta è la panchina sarda a chiamare time out. Il pareggio arriva sul 21-21 con l’attacco out di Korhonen. Olbia però non demorde e con Joly allunga ancora (23-21) e di nuovo coach Barbolini ferma il gioco. La doppia di Spinello regala ad Olbia il primo setball (24-21): capitan Dhimitriadhi annulla, ma al secondo tentativo Olbia chiude con Korhonen (25-22).

 

Secondo set

Parte subito bene Olbia, che si porta sul 2-0. Due giocate di Civitico riportano Sassuolo a contatto (2-2). Il muro tetto di Antropova e Civitico su Joly vale il 4-3 e la Green Warriors mette la testa avanti per la prima volta nel match. Si continua a giocare punto a punto (5-5), poi Sassuolo ci prova con Spinello di seconda (5-7). L’ace di Antropova vale il +3 (5-8). L’Hermaea però non si lascia intimorire e con Korhonen si riporta a contatto: il pareggio lo firma Ghezzi in mano out (8-8). Si continua a giocare punto a punto (10-10), poi Olbia tenta l’allungo con Joly a muro (12-10). Sul +3 sardo, coach Barbolini richiama le sue ragazze in panchina, ma Olbia allunga ancora con Joly (15-11). Sassuolo ci prova con Dhimitriadhi (16-13): l’ ace di Civitico vale il 16-14. Il muro di Magazza riporta sotto Sassuolo (18-17) e questa volta è coach Giandomenico a chiamare time out. Il pareggio lo firma Antropova (18-18). Olbia mette la testa avanti con Coulibaly dai nove metri (20-19), ma la risposta neroverde è pronta: attacco di Antropova e 20-20. Ghezzi sale in cattedra e porta le sue sul 23-21 è coach Barbolini ferma di nuovo il gioco. La risposta di Sassuolo non si fa attendere: due giocate di Civitico e 23-23. Korhonen mette a terra la palla del 24-23: Dhimitriadhi attacca out ed Olbia chiude 25-23.

 

Terzo set

L’avvio di terzo set è equilibrato (2-2), poi la Green Warriors tenta l’allungo con Antropova (2-4). La doppia di Stocco regala a Sassuolo il 2-4 ed il primo time out per la panchina sarda. Olbia però non si demorde ed accorcia le distanze 4-6. Sassuolo però è attenta e con capitan Dhimitriadhi vola sul 4-8. L’attacco di Magazza vale il 5-10. L’Hermea ci prova con Ghezzi a muro (7-10): l’ace di Joly vale poi il -2. L’attacco in parallela di Antropova regala a Sassuolo il 9-13. Korhonen continua a trascinare le sue (13-14), ma la Green Warriors allunga ancora (14-16). Olbia è sempre lì: piazza il contro break e si porta sul 17-16, con coach Barbolini che ferma subito il gioco. Al rientro in campo, le padrone di casa continuano nella loro corsa: muro su Antropova e 19-17. L’ace di Tajè riporta tutto in parità (19-19). La Green Warriors mette di nuovo la testa avanti con il muro su Ghezzi (20-21), ma Olbia pareggi presto i conti. L’attacco out di Dhimitriadhi vale il 23-22 ed il secondo time out per la panchina neroverde. Al rientro in campo Korhonen mette a terra la palla del 24-23: Antropova annulla il primo matchball. Magazza mette a terra la palla del 25-26 e questa volta è coach Giandomenico a chiamare time out. Si continua a giocare nel massimo equilibrio: Angelini in fast mette a terra la palla del 27-26, con Antropova che annulla. Il mani out di Ghezzi vale il 29-28: il muro di Barazza su Antropova regala all’Hermaea il 30-28 e la vittoria.

Lascia un commento