La Green Warriors cede 3-0 contro Macerata

Trasferta amara per la Green Warriors Sassuolo, che sul campo della CBF Balducci HR Macerata – terza forza del campionato e vincitrice della Coppa Italia – cede 3-0 al termine di un match ben più equilibrato di quanto il risultato finale lasci intuire.

Le neroverdi di coach Barbolini giocano un buon primo set, rispondendo colpo su colpo alle bordate di Lipska: il set scorre equilibrato, poi nel finale le neroverdi trovano un buon break e allungano 20-24. Macerata però non si scompone e – complice qualche errore di troppo in casa neroverde – pareggia e poi chiude 27-25.

Anche il secondo set è equilibrato fin dalle prime battute: Macerata tenta piu volte la fuga, complici le buone giocate in attacco e a muro delle centrali Martinelli e Mancini, ma Sassuolo riesce sempre a rientrare. Nel finale di set (20-20) però le padrone di casa sono più incisive e si giudicano il parziale 25-21 con il primo tempo di Mancini.

Sotto 2-0 e spalle al muro, nel terzo parziale la Green Warriors parte forte e conduce anche di 4 lunghezze (8-12) ma Macerata trova presto il pareggio (13-13). Le due formazioni procedono appaiate (19-19), poi Macerata torna a fare la voce grossa a muro e chiude 25-20 aggiudicandosi l’intera posta in palio.

 

CBF Balducci HR Macerata 3

Green Warriors Sassuolo 0

Parziali 27-25 25-21 25-20

 

Cronaca del match 

Coach Barbolini conferma la formazione vittoriosa contro Cutrofiano: Pasquino in cabina di regia, Antropova opposto, al centro Busolini e Civitico, in posto quattro Salinas e Dhimitriadhi. Il libero è Falcone.

Coach Panicone risponde con Peretti in palleggio, Renieri opposto, al centro Martinelli e Mancini, in posto quattro Pomili e Lipska, il libero è Bisconti.

 

Primo set

L’avvio di parziale è equilibrato (5-5): il primo tentativo di allungo è firmato Macerata che si porta avanti 8-5 con Pomili. Il muro di Mancini sul tentativo di pipe di Dhimitriadhi vale il primo time out del match (9-5). Tenta di rientrare Sassuolo, che con l’ace di Busolini accorcia 9-7. Ritorna sul +3 Macerata con Lipska (12-9), ma la Green Warriors non demorde e pareggia 13-13 con il muro di Dhimitriadhi. Si continua a giocare punto a punto, poi Sassuolo mette la testa avanti con il muro di Busolini e questa volta è coach Paniconi a chiamare time out (15-16). Tenta di prendere il largo Sassuolo (16-18), ma Lipska riporta tutto in parità (18-18). Il muro di Antropova su Lipska al termine di uno scambio lungo vale il nuovo +2 neroverde (20-22): l’attacco out di Martinelli regala a Sassuolo il 20-23 e di nuovo la panchina di casa chiama time out. Il primo tempo di Civitico vale il primo setball per la Green Warriors (20-24): Macerata però non si scompone e annulla due setball. Si gioca la carta time out coach Barbolini, ma la CBF Balducci non si ferma e pareggia 24-24. Sassuolo annulla il primo setball per le padrone di casa (25-25), ma al secondo tentativo Macerata chiude 27-25 con la pipe di Salinas che termina in rete.

 

Secondo set

Il primo allungo del match è firmata Sassuolo (2-4), ma Renieri pareggia presto i conti (4-4). Mette la testa avanti Macerata con Pomili (7-5), ma la Green Warriors è sempre lì: attacco di Antropova e pareggio 9-9. Nuovo allungo per le padrone di casa con Renieri in pipe che mette a terra il punto del 12-9. Il muro di Mancini su Salinas vale il 14-10: Sassuolo non demorde e accorcia 15-14 con il diagonale di Antropova. Il pareggio neroverde arriva sul 15-15 con il pallonetto di Dhimitriadhi. Si continua a giocare punto a punto (17-17), poi sulla fast di Busolini che vale il +1 neroverde coach Paniconi ferma il gioco (17-18). Ancora equilibrio negli scambi successivi (20-20), poi Macerata trova il +2 con Mancini e coach Barbolini ferma subito il gioco (22-20). L’attacco di Lipska vale il 23-20: finisce 25-21, con il muro di Peretti su Antropova.

 

Terzo set

Tenta subito l’allungo Sassuolo: muro di Antropova a fermare Renieri e 2-4. Il pareggio maceratese arriva sul 5-5 con il primo tempo di Mancini. Fa la voce grossa Mancini a muro e Macerata trova il +1 (8-7), ma Pasquino prima pareggia poi trova l’ace dell’ 8-9. L’attacco out di Lipska vale il +3 neroverde ed il primo time out per coach Paniconi (8-11). Il massimo vantaggio sassolese arriva sull’ 8-12 con l’attacco di Renieri che termina in rete. Macerata però non si scompone ed accorcia 11-13: il pareggio arriva sul 13-13 firmato Renieri. Si continua a giocare punto a punto (15-15, poi Sassuolo trova di nuovo il +2 (15-17). Procedono appaiate le due formazioni (19-19), poi Macerata metta la testa avanti con due muri della coppia Galletti – Martinelli (22-20). Lipska firma il 24-20, poi l’attacco di Antropova termina out e Macerata chiude 25-20 conquistando così l’intera posta in palio.

Lascia un commento