Martina Balboni è una nuova giocatrice della Green Warriors Sassuolo

 

Nel giorno in cui si sono chiuse le iscrizioni al prossimo campionato di Serie A2, con il Volley Academy Sassuolo che ha regolarmente presentato tutta la documentazione necessaria, arrivano anche le prime notizie per quanto riguarda il roster neroverde in vista della stagione 2021 – 2022.

Com’è giusto che sia, inizia con un colpo grosso il mercato della Green Warriors Sassuolo: nella sua quarta stagione in Serie A2, la regia della formazione sassolese sarà affidata alla palleggiatrice Martina Balboni, fresca della promozione nella massima Serie con la maglia di Vallefoglia.

Carpigiana classe 1991, 180 cm, quello di Balboni non è certo un nome che ha bisogno di grandi presentazioni, considerata la sua più che decennale esperienza nei massimi campionati italiani: cresciuta a Sassuolo nel vivaio della Sdp Anderlini, Martina ha fatto proprio nella nostra città il suo esordio nel campionato di Serie A con la maglia della Unicom Starker Kerakoll (stagione 2008 – 2009). Dopo una parentesi in B1 con Reggio Emilia l’anno successivo, dalla stagione 2010 – 2011, la nuova palleggiatrice neroverde ha stabilmente calcato i taraflex dei campionati di Serie A1 ed A2 e potrà garantire alla formazione sassolese grande conoscenza del campionato ed esperienza, dentro e fuori dal campo.

Nei giorni scorsi abbiamo avuto modo di fare quattro chiacchiere con Martina e queste sono state le sue prime parole da giocatrice neroverde.

Martina, di fatto questo tuo arrivo a Sassuolo è un vero e proprio ritorno dove tutto è iniziato

Sì, effettivamente è così: ritorno a Sassuolo dove tutto è iniziato e dove ho fatto il mio esordio in Serie A a diciassette anni… il tempo volo e sono passati un po’ di anni ma sicuramente posso dire che sono molto contenta della mia scelta. È un piacere ed un onore essere di nuovo qui.

Nel corso della stagione, la tua strada e quella di Sassuolo si sono incrociate molte volte ed hai avuto modo di vedere abbastanza da vicino l’ambiente neroverde.

Sì, nel corso della stagione tra campionato e play off ci siamo incrociati cinque volte e tutte le partite sono state delle vere e proprie battaglie e dal Pala Consolata Vallefoglia è sempre uscita sconfitta. Sassuolo era una squadra giovane ma molto determinata e anche quest’anno mi aspetto sarà così: come lo scorso anno, saremo una formazione giovane, ci aspetteranno delle partite difficili ma sono sicura che potremmo toglierci delle soddisfazioni.

Oltre a questo, conosco Carmelo da molti molti anni, so come lavora e quindi non ho avuto alcun dubbio nell’accettare la sua proposta di venire a Sassuolo.

Che obiettivi di poni per questa nuova stagione?

L’obiettivo è ovviamente quello di fare bene, come sempre: oltre a questo, un obiettivo specifico vero e proprio non c’è… o forse non lo voglio dire. Come dicevo prima, saremo una squadra giovane ma di livello per cui, a livello di squadra, il nostro obiettivo sarà quello di crescere partita dopo partita. All’inizio potranno esserci delle difficoltà ma dovremmo puntare, nel corso della stagione, a dare fastidio a tutte le altre squadre, togliendoci anche delle soddisfazioni importanti.

Ultima cosa: hai un messaggio per i tifosi di Sassuolo?

Per prima cosa, speriamo di poter finalmente rivedere il pubblico all’interno del Palazzetto: i tifosi sono un elemento fondamentale della pallavolo e di tutti gli sport, per cui speriamo che tutto possa tornare presto alla normalità. A Sassuolo spero di trovare un pubblico numeroso e caloroso, che ci sostenga nei momenti più belli e soprattutto in quelli meno belli.

Lascia un commento